Ansa News

Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 21 settembre 2011

JUVENTUS - BOLOGNA 1-1: Le Interviste


Conte: «Soddisfatto e dispiaciuto»

Con due punti lasciati immeritatamente sul terreno dello Juventus Stadium e senza voce. È un Antonio Conte quasi afono quello che si presenta ai microfoni nel post partita. Segno che anche il tecnico, così come i suoi ragazzi contro il Bologna, ha dato tutto per provare a vincere. L’1-1 finale lascia l’amaro in bocca ma anche tanti segnali positivi.

«Dispiace per la mancata vittoria – dichiara Conte -, ma sono soddisfatto. Per la prestazione di oggi e in generale per queste tre partite. La squadra ci ha messo l’anima e oggi non si è mai arresa, anche giocando un tempo con l’uomo in meno. Nonostante questo abbiamo preso un gol solo su calcio piazzato, non lasciando mai tirare in porta il Bologna. Devo fare i complimenti ai ragazzi, la strada che abbiamo intrapresa è quella giusta. Sappiamo di dover migliorare ancora, soprattutto sotto l’aspetto dell’autostima dopo due stagioni non facili».

Barzagli: «Mancati solo i tre punti»

«Abbiamo fatto una grandissima prestazione e ci sono mancati solo i tre punti». Il pensiero di Andrea Barzagli al termine della partita contro il Bologna non può che essere sottoscritto da tutti. La Juve, in dieci uomini, ha provato a vincere fino alla fine, schiacciando il Bologna nella propria metà campo per tutta la ripresa. Inevitabile che, dopo una gara del genere, ci sia un bel po’ di rammarico, ma anche un’accresciuta consapevolezza della propria forza: «Peccato perché vincendo saremmo stati primi in classifica. E’ solo la terza partita ma si è già visto che quest’anno abbiamo qualcosa in più. Dobbiamo continuare a migliorarci per vincere anche partite del genere, ma penso che questa sera ci sia stata anche un bel po’ di sfortuna e il loro portiere ha compiuto grandi parate. Continuiamo così, perché questa sera abbiamo dominato sia nel primo tempo che nella ripresa, nonostante fossimo in dieci. Anzi, credo che l’uomo in meno non si sia visto».

Buffon: «Rabbia e orgoglio»

Un grande intervento su Casarini, ma per il resto solo ordinaria amministrazione. Eppure Gigi Buffon ha dovuto raccogliere un pallone in fondo alla rete e il rammarico per la vittoria sfumata è evidente sul volto del portiere: «Avevamo rabbia e voglia di vincere nonostante l’inferiorità numerica. Dispiace per non esserci riusciti, perché avremmo ottenuto punti che avrebbero avuto un peso specifico superiore ai canonici tre».

Il gol del Bologna è nato da un calcio d’angolo, sul quale Portanova ha staccato più in alto di tutti: «E’ uno specialista e tre o quattro gol a campionato, di testa, li fa sempre - spiega Gigi - Nel calcio spesso situazioni come le palle inattive possono essere risolutive».

La Juve ha retto benissimo anche in inferiorità numerica, ma certo, forse senza l’espulsione di Vucinic, la musica sarebbe stata diversa: «Undici contro undici avremmo avuto più opportunità di vincere, questo è innegabile, ma nello sport esiste l’imponderabile... Finora abbiamo fatto buone gare e credo sia apprezzabile l’impegno che abbiamo messo in campo. Questo ci deve rendere orgogliosi. Siamo comunque primi in classifica, seppur in coabitazione con altre squadre. E’ anche vero che avremmo potuto starci da soli... anche questo ci dovrà servire ad avere ancora più rabbia in futuro.»

Juventus.com

Bisoli: "Ci siamo ritrovati"

Pierpaolo Bisoli è soddisfatto. Il punto conquistato a Torino dà una scossa al suo Bologna che mette in archivio le due sconfitte consecutive e strappa un bel pari sul campo della Juventus, anche grazie all'espulsione di Vucinic che ha permesso ai rossoblù di giocare tutta la ripresa 11 contro 10. "Io ho visto un Bologna che ha giocato un discreto calcio per buona parte della partita anche in 11 contro 11 - spiega ai microfoni di Mediaset Premium -. Oggi ci siamo ritrovati, questo è il primo mattoncino. Non eravamo depressi prima e non ci esaltiamo adesso, anche se è arrivato un buon punto contro una grande squadra che ha grande spirito e che metterà in difficoltà tante avversarie. Oggi ho ritrovato la mia squadra, è questo il mio Bologna". Bisoli fa i complimenti alla Juventus, e di conseguenza ancor di più al Bologna. "Quella di Conte è una grande squadra, con una mentalità importantissima e tantissima qualità, eppure abbiamo preso gol perchè ci siamo distratti, ma abbiamo reagito, abbiamo pareggiato e poi siamo andati in difficoltà sui loro calci piazzati". Bisoli parla anche dell'arbitro Gava. "La punizione di Pirlo? Credo abbia detto , a quel punto il mio giocatore si è allontanato e Pirlo ha battuto, comunque l'arbitro fa parte del gioco, diciamo che siamo stati troppo generosi noi. L'espulsione di Vucinic dopo le nostre proteste? Non so, mi è parso che avesse già messo la mano nel taschino".

Gazzetta.it

Nessun commento:

Posta un commento